Il governo giapponese ha comunicato che uscirà dall’International Whaling Commission (Iwc) per riprendere la caccia alle balene a scopi commerciali dal 1° giugno 2019. Sarà una strage.

“La dichiarazione di oggi non è al passo con la comunità internazionale, per non parlare della protezione necessaria per la salvaguardia e il futuro dei nostri oceani e di queste maestose creature”, ha detto in una nota Sam Annesley, direttore esecutivo di Greenpeace Japan, aggiungendo che “il governo del Giappone deve agire con urgenza per conservare gli ecosistemi marini, piuttosto che riprendere la caccia commerciale”.

A settembre scorso il Giappone aveva proposto di revocare il divieto di caccia alle balene nel corso del vertice annuale dell’Iwc in Brasile, ma la proposta era stata respinta. Il Paese del Sol Levante ha ufficialmente fermato l’attività nel 1988, rispettando l’adozione da parte dell’Iwc di una moratoria del 1986 volta a proteggere questi cetacei dall’estinzione. Tuttavia, ha continuato a uccidere le balene in nome della “ricerca scientifica”: secondo alcuni una scappatoia dalle regole dell’Iwc che ha permesso al Paese di perseguire la sua caccia annuale a fini commerciali. Tokyo risponde alle critiche sostenendo che con una moratoria in vigore da oltre 30 anni le specie di balene in via di estinzione hanno avuto tutto il tempo per rigenerarsi.

Per protestare contro questa decisione, scrivi un messaggio a questi indirizzi di posta elettronica, alla pagina Facebook dell’Ambasciata del Giappone in Italia o via Messenger:

mil-info@jetro.go.jp

fondazione@italiagiappone.it

visa@consjapan-mi.it

https://m.me/AmbasciataGiapponeItalia (Messenger)

https://www.facebook.com/AmbasciataGiapponeItalia (Pagina Facebook)

Puoi anche telefonare al numero: 06 487991