Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus. Lo afferma con chiarezza uno dei punti del decalogo diffuso dal Ministero della Salute e dall‘Istituto Superiore di Sanità (Iss), un insieme di regole di comportamento che aiuta a  combattere il Covid-19.

| Se per i tuoi acquisti su Amazon entri da questo link sostieni YouAnimal.it  |

Il manifesto è stato elaborato su fonti Oms, Ecdc e Iss e ha raccolto l’adesione degli Ordini dei medici e delle principali società scientifiche e associazioni professionali, oltre che della Conferenza Stato Regioni.

Il testo è a disposizione nei siti del Ministero della Salute e dell’Iss, e chiunque può diffonderlo via social o sotto forma di poster o pieghevole per fare chiarezza ed evitare falsi allarmismi.

Ecco i dieci punti del decalogo :

1) Lavati spesso le mani

2) Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute

3) Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani

4) Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci

5) Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico

6) Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol

7) Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate

8) I prodotti ‘Made in China’ e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi

9) Contatta il numero verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni

10) Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

| Se per i tuoi acquisti su Amazon entri da questo link sostieni YouAnimal.it  |

Attenzione alla correttezza delle informazioni che circolano sul nuovo coronavirus. La corretta informazione sull’epidemia, sui comportamenti da seguire e sulle modalità di utilizzo dei dispositivi di protezione esistenti, costituiscono momento fondamentale per tutelare la salute pubblica, di umani e animali.

Si raccomanda, in caso di dubbi o necessità di informazioni sull’epidemia, di rivolgersi al medico di famiglia o all’Ufficio Sanitario di riferimento e di ricorrere ai canali istituzionali, tra cui il sito del Ministero della Salute e il numero verde 1500.

Per approfondire e scaricare il pdf del decalogo, cliccare qui

| Se per i tuoi acquisti su Amazon entri da questo link sostieni YouAnimal.it  |