Le segnalazioni vanno inviate al database tramite Ornitho.it o con l’app NaturaList

Dal balcone, dal giardino, o dalla finestra, si può partecipare a #Vistidacasa, il nuovo progetto che la Lipu, insieme a varie associazioni di ornitologi, ha lanciato sulla piattaforma di raccolta dati per birdwatchers e studiosi Ornitho.it.

L’iniziativa propone l‘osservazione e l’inserimento nel database online di tutte le specie di uccelli selvatici avvistati nei dintorni delle abitazioni, ma anche di altre specie di mammiferi, anfibi, farfalle o coleotteri identificabili nelle nostre città.

| Sostieni YouAnimal.it entrando su Amazon da questo link |

Le osservazioni vanno effettuate per un periodo di tempo compreso tra i 20 e i 60 minuti e inserite sul database di Ornitho, oppure tramite l’app per Android NaturaList.

“Rimanendo in osservazione per un tempo sufficientemente lungo è possibile cogliere meglio i dettagli, il comportamento e anche le interazioni tra le specie”, spiega Marco Gustin, responsabile Specie e ricerca della Lipu. “Durante i conteggi, per evitare di sovrastimare il numero di esemplari di una specie, consigliamo di annotare il numero massimo dei soggetti visti contemporaneamente”.

In questi giorni, e nelle prossime settimane, è possibile osservare un numero elevato di specie attive sul territorio, come cardellino, codirosso, verzellino, capinera, rondini balestrucci, rondoni e tante altre, sia migratrici che stanziali,  spiega la Lipu,

Ornitho.it è un portale italiano creato da 30 associazioni ornitologiche e zoologiche, di cui le principali sono Lipu, Ciso, Ebn Italia, Gpso, Sropu, Cot e Asoer. Oltre agli uccelli, si possono inserire dati di mammiferi, rettili, anfibi e di tanti altri gruppi tassonomici. Ornitho.it fa parte di una rete europea nella quale immettono le proprie osservazioni 150 mila ornitologi, di cui 12 mila in Italia.

Negli ultimi 10 anni, su Ornitho.it sono stati inseriti 17 milioni di dati e 300 milioni di fotografie e suoni, mentre nel complesso, all’interno dei nove portali europei della rete, sono stati già immessi 180 milioni di dati.

| Sostieni YouAnimal.it entrando su Amazon da questo link |