Decine di migliaia di persone con gli occhi rivolti al cielo, per assistere alla meraviglia della migrazione, identificare e contare gli uccelli. E’ l’Eurobirdwatch 2019, il più importante evento dedicato al birdwatching in Europa,  organizzato da BirdLife Europa. L’appuntamento è per il 5 e il 6 ottobre.

In Italia l’Eurobirdwatch sarà organizzato dalla Lipu-BirdLife Italia con un “Big Day” dedicato alla migrazione che si svolgerà nelle oasi e riserve gestite dalla Lipu sul territorio nazionale e in altri siti scelti dalle sezioni dell’associazione in paludi, fiumi, boschi.

I partecipanti potranno imparare a riconoscere gli uccelli, tra le circa 200 specie nidificanti, erranti o in migrazione. Tra le specie di rilievo e le rarità, sarà possibile osservare il fenicottero, l’aquila del Bonelli (in Sicilia), la spatola o la moretta tabaccata.

| Qui sotto una selezione di guide al birdwatching. L’articolo continua sotto |

Come ogni anno, anche il Big Day della Lipu raccoglierà attraverso il Ria (Rapid information action) preziose informazioni sulle specie osservate, che confluiranno in un grande data base a livello europeo per fornire, in un’ottica di citizen science, un quadro degli avvistamenti in Europa nel periodo clou per la migrazione autunnale degli uccelli selvatici.

Quella di quest’anno sarà la 26esima edizione dell’evento, il cui esordio avvenne il 9 e 10 ottobre 1993 con il nome di World Birdwatch: nella sua prima edizione, 17 Paesi e organizzò ben 1800 eventi. Da allora, l’Eurobirdwatch si è svolto tutti gli anni, facendo registrare un totale di 40mila eventi, 1,2 milioni di partecipanti e oltre 70 milioni di uccelli avvistati.

(Appena il programma Italiano sarà completo lo pubblicheremo qui)

Per approfondimenti cliccare qui