caniglia

A cura del dr. Renato Caniglia veterinario specialista in medicine integrate e chirurgia  www.romavet.it

La sterilizzazione porta delle alterazioni ormonali che influenzano il metabolismo del gatto predisponendolo all’obesità.
Dopo la sterilizzazione si ha un incremento delle Igf-1 e della prolattina, due ormoni che stimolano la crescita e la moltiplicazione degli adipociti (le cellule che compongono il grasso corporeo). Inoltre, il calo degli estrogeni e degli androgeni, gli ormoni prodotti dalle ovaie e dai testicoli, porta ad un incremento dell’appetito ed ad un calo del metabolismo del 20-33%. Per tutte questi motivi, e per molti altri ancora in studio, i gatti e le gatte sterilizzate sono soggetti esposti al rischio dell’obesità.

Quali sono i rischi legati all’obesità?

I gatti obesi sono predisposti a diverse malattie:
Diabete mellito → insulino-resistenza
Patologie ortopediche → il peso eccessivo grava sulle articolazioni
Malattie dermatologiche → non riescono a toelettarsi correttamente
Alterazioni metaboliche (insulino-resistenza, disturbi epatici, iperlipemia)
Alterazioni funzionali (intolleranza all’esercizio, aumento dei rischi anestetici,
compromissione respiratoria, ecc.)

Come prevenire l’obesità?

Iniziando una dieta adeguata (almeno 20%in meno dell’apporto calorico precedente) subito dopo la sterilizzazione, incrementando l’attività fisica e non cedendo alle richieste insistenti di cibo del proprio gatto.

(Dr. Renato Caniglia, RomaVet)

Puoi chiedere ulteriori chiarimenti a:
Day Hospital Veterinario Torrevecchia
Via Ferrante Ruiz 11 Roma 00168
tel. 06.35500101