Lorenzo Jovanotti Cherubini ha lanciato un grande tour estivo sulle spiagge italiane, ma alcune di queste – come quelle di Torre Flavia a Ladispoli e di Fermo – sono la casa del Fratino eurasiatico (Charadrius alexandrinus), una specie in pericolo che nidifica fino a fine luglio e oltre.

Leggi il comunicato del Comitato nazionale conservazione del Fratino.

Sul suo account Instagram il cantante ha affermato che, nelle settimane in cui si sono definite le spiagge dove avranno luogo i concerti, gli organizzatori si sono incontrati con Lipu e che continueranno a essere in contatto. “Il tour arriverà sempre dopo che il fratino ha nidificato e abbandonato la zona (come sapete bene gli uccelli seguono calendari biologici di grande precisione)”, scrive Jovanotti. “Le zone anche dopo la nidificazione e l’abbandono stagionale degli uccelli saranno isolate nei punti sensibili”.

Ma a metà luglio, nelle date previste per Torre Flavia (Ladispoli) e Fermo, i Fratini saranno ancora lì con i loro pulli. Appare strano agli ornitologi e ai birdwatcher che la Lipu abbia fatto pensare allo staff del cantante che a metà luglio la nidificazione sia terminata, che non vi siano più i genitori con la delicatissima prole, come lascia intendere Jovanotti. I Fratini nidificano fino a fine luglio e oltre, se non disturbati. I nidi, inoltre, sono distribuiti in vaste aree, difficilmente localizzabili, e i piccoli – appena nati – si muovono immediatamente, controllati dai genitori. Un concerto di quella portata sulle spiagge dei Fratini può far temere il peggio, e non solo per i Fratini. L’ecosistema delle dune è delicato e molte specie di uccelli e piccoli mammiferi vi nidificano. È la loro casa.

Danilo Selvaggi, direttore generale Lipu, così replica al cantante su Instagram: “Grazie per l’impegno, Lorenzo. È importante specificare che la delegazione locale della Lipu ha ottenuto il posticipo della data di Fermo, evitando il mese di luglio, mentre sulle altre date non abbiamo potuto dare indicazioni, non essendone stati a conoscenza. Una data in particolare ci rende molto preoccupati: Torre Flavia il 16 luglio. È in periodo di nidificazione, in un ambiente molto delicato che non può tollerare un evento simile. Ci auguriamo davvero si trovi un’area alternativa”.

Tutti noi possiamo scrivere al cantante, al Ministero dell’Ambiente, al Comunedi Ladispoli e al Wwf Italia, che collabora al tour, raggiungendoli nei social media e via email, chiedendo loro di spostare il palco del Jova Beach Party lontano dai nidi del Fratino e degli altri animali, o di spostare le date. (Vedi la e lettera-tipo e i recapiti qui sotto)

Lettera-tipo da inviare:

Tra luglio e agosto, nelle date previste per i concerti di Jovanotti sulle spiagge italiane, l’avifauna e i piccoli mammiferi che abitano in prossimità delle spiagge e delle dune saranno inevitabilmente e gravemente disturbati, quando non danneggiati gravemente.

Tra gli uccelli in nidificazione in quel periodo, vi saranno anche i Fratini con i loro pulli. Quella dei Fratini è una specie in pericolo che nidifica anche a Torre Flavia (Ladispoli), a Rimini e a Fermo, spiagge toccate dal tour. Appare strano agli ornitologi e ai birdwatcher che la Lipu abbia fatto pensare allo staff del cantante che a metà luglio la nidificazione sia terminata, che non vi siano più i genitori con la delicatissima prole, come lascia intendere Jovanotti su Instagram, post ripreso da alcune testate.

I Fratini nidificano fino a ad agosto, se non disturbati. I nidi, inoltre, sono distribuiti in vaste aree, difficilmente localizzabili, e i piccoli – appena nati – si muovono immediatamente, controllati dai genitori.

Un concerto di quella portata sulle spiagge dei Fratini può far temere il peggio, e non solo per i Fratini. L’ecosistema delle dune è delicato e molte specie di uccelli e piccoli mammiferi vi si riproducono. È la loro casa.

Firma, città

I recapiti email e social di Jovanotti, del Wwf Italia, del Sindaco e del Segretario generale di Ladispoli, nonché del Ministero dell’Ambiente

info@soleluna.com
goigest@goigest.com
info@tridentmusic.it
segreteriagenerale@wwf.it
soci@wwf.it
alessandro.grando@comunediladispoli.it
susanna.calandra@comunediladispoli.it
segreteria.ministro@minambiente.it

segreteria.tecnica@minambiente.it
pnm-II@minambiente.it
dgprotezione.natura@pec.minambiente.it
pnm-udg@minambiente.it
 

https://www.facebook.com/lorenzo.jovanotti.cherubini
https://www.instagram.com/lorenzojova
https://twitter.com/lorenzojova
https://www.facebook.com/wwfitalia
https://www.instagram.com/wwfitalia
https://twitter.com/wwfitalia

La protezione dei delicati siti di nidificazione del Fratino è, tra l’altro, oggetto del progetto Choose Nature curato dai volontari della Lipu.

Danilo Selvaggi, appena saputo del tour, nei giorni scorsi aveva scritto una lettera aperta al cantante. Ecco il testo:

Caro Lorenzo,

ti scriviamo per parlarci di un amico di nome “fratino”.
Il fratino è un piccolo uccello che, tra i mesi di marzo e agosto, nidifica sulle spiagge sabbiose del nostro Paese. Negli ultimi an i la popolazione italiana di fratino è diminuita del 50%. Un vero e proprio crollo causato specialmente dalla pulizia meccanica delle spiagge, che distrugge i nidi e uccide i piccoli nati, e dal disturbo arrecato in varie forme dalle attività umane svolte sugli arenili.

Il fratino è lì, sulle nostre spiagge, da un tempo immemorabile. Fino a quando siamo arrivati noi.  Da allora, per lui sono cominciati i guai. Eppure una convivenza è possibile. Occorre nient’altro che un po’ di attenzione. Ad esempio, occorre che i nidi di fratino siano individuati e protetti, in modo che la nidificazione possa svolgersi al meglio, non essere disturbata e andare a buon fine. E’ quello che stanno facendo i giovani volontari del progetto Life Choose Nature della Lipu, che sono attivi su tante spiagge italiane dalla primavera di quest’anno.

Abbiamo saputo del tuo tour estivo su tante spiagge delle region i italiane, tra cui la spiaggia di Fermo e Torre Flavia (Ladispoli) dove nidifica il fratino, e dell’importantissima causa che appoggia, assieme agli amici del Wwf della cara Donatella Bianchi : la difesa del mare dal problema dalla plastica. Un problema molto serio, al quale bisogna dare risposte efficaci e urgenti. Un  problema certamente più grande di quello del fratino. Eppure. i problemi più piccoli non sono necessariamente piccoli problemi.

Sarebbe bello e importante se il tuo tour, che porterà in giro per l’Italia l’arte ma anche la cultura di Jovanotti, avesse un’attenzione speciale per questa specie. In particolar modo, se si facesse in modo di evitare l’impatto del tour sulla nidificazione di questo animale. Anche poche coppie, anche pochi nuovi nati sono importanti per la conservazione della specie nella sua popolazione italiana.

Lorenzo Jovanotti è noto e amato dalla gente per la sua musica, che esalta la pace, l’amore, la bellezza del mondo. Siamo certi che nell’idea di mondo di Jovanotti possa esserci una stanzetta, uno spazio di sensibilità anche per il piccolo fratino.

“Uscire dal metro quadro, dove ogni cosa sembra dovuta /guardare dentro alle cose /c’è una realtà sconosciuta / che chiede soltanto un modo /per venir fuori o veder le stelle”.

Sembra scritta per il fratino. Che chiede giusto questo, di uscire fuori dal suo piccolo nido, “a veder le stelle”.

A tua disposizione per ogni informazione tecnica dovesse occorrere, grati per turco quello che vorrai e vorrete fare.

Danilo Selvaggi
Direttore generale della Lipu

LEGGI ANCHE: Il Comitato No Party alla Palude a Jovanotti: “Spostare altrove il concerto”