YouAnimal.it
ARCHIVE
11.07.2019 | 8:26 AM
Giacomo Leopardi, “Elogio degli uccelli”

Amelio filosofo solitario, stando una mattina di primavera, co’ suoi libri, seduto all’ombra di una sua casa in villa, e leggendo; scosso dal cantare degli uccelli per la campagna, a poco a poco datosi ad ascoltare e pensare, e lasciato il leggere; all’ultimo pose mano alla penna, e in quel medesimo luogo scrisse le cose […]

26.06.2019 | 9:30 AM
Giacomo Leopardi, “A favore del Gatto, e del Cane”

Giacomo Leopardi (1798-1837) a dodici anni scrisse questo componimento poetico che rivela il suo amore per gli animali.  Anche altre poesie lo testimoniano. Le pubblicheremo. Monto sui rostri, e l’oratorio ardire Nel fervido mio cuor parmi sentire. Ecco del Can comincio a ragionare, E del Gatto la causa a perorare. Ciascun di lor si lagna […]

16.10.2018 | 7:52 PM
Autunno, di Gianni Rodari

Autunno, di Gianni Rodari Il gatto rincorre le foglie secche sul marciapiede. Le contende (vive le crede) alla scopa che le raccoglie. Quelle che da rami alti scendono rosse e gialle sono certo farfalle che sfidano i suoi salti. La lenta morte dell’anno non è per lui che un bel gioco, e per gli uomini […]

30.09.2018 | 8:36 AM
Totò, il principe che amava i cani

Il principe Antonio de Curtis, in arte Totò, era un grande amante degli animali e, in particolare, si è occupato per tutta la vita di canili e rifugi in difficoltà. Nel 1965 fece costruire personalmente a Roma “L’Ospizio dei Trovatelli”, un canile moderno e attrezzatissimo che visitava regolarmente di persona, commuovendosi sempre quando i cani, riconoscendolo, […]

28.05.2018 | 3:48 PM
“Ode al Cane”, di Pablo Neruda

Il cane mi domanda e io non rispondo. Salta, corre pei campi e mi domanda senza parlare e i suoi occhi son due domande umide, due fiamme liquide interroganti e io non rispondo, non rispondo perché non so e nulla posso dire.   In mezzo ai campi andiamo uomo e cane.   Luccicano le foglie […]

27.05.2018 | 12:32 PM
“Ode al Gatto” di Pablo Neruda

Gli animali furono imperfetti, lunghi di coda, plumbei di testa. Piano piano si misero in ordine, divennero paesaggio, acquistarono nèi, grazia, volo. Il gatto, soltanto il gatto apparve completo e orgoglioso: nacque completamente rifinito, cammina solo e sa quello che vuole. L’uomo vuol essere pesce e uccello, il serpente vorrebbe avere le ali, il cane […]

02.02.2018 | 10:07 AM
Prévert: “Fate entrare il cane coperto di fango…”

  TANTO PEGGIO di Jacques Prevert Fate entrare il cane coperto di fango tanto peggio per quelli a cui non piacciono nè i cani nè il fango Fate entrare il cane completamente coperto dal fango tanto peggio per quelli a cui non piace il fango che non capiscono che non conoscono il cane Fate entrare […]

11.10.2017 | 1:29 PM
Gozzano: “D’estate in un sentiero di campagna…”

D’estate in un sentiero di campagna, v’occorse certo d’incontrare un bruco enorme e glabro, verde e giallo, ornato di sette zone oblique turchine. Il bruco errava in cerca della terra Dove affondare e trasmutarsi in ninfa; e dalla gaia larva, a smalti chiari, nasceva nell’autunno la più tetra delle farfalle: l’Acherontia Atropos. [Guido Gozzano, da […]

19.08.2017 | 9:01 AM
“La lucertola vecchia”, di Federico García Lorca

Sul sentiero bruciato ho visto il buon lucertolone (goccia di coccodrillo) meditare. Con la sua verde sottana di abate del diavolo, il colletto inamidato e il portamento corretto, ha un’aria molto triste da vecchio professore. Quegli occhi rinsecchiti di artista fallito, come guardano la sera morente!è questa la sua passeggiata crepuscolare, amico? Usate il bastone, […]

20.09.2016 | 9:00 AM
“Ti basta un filo”, di Dario Bellezza

Una dolce poesia di Dario Bellezza dedicata alla sua gatta. Ti basta un filo Ti basta un filo di cotone, un pezzo di carta raggomitolando il tutto niente parole per fortuna, solo qualche bacetto dato di nascosto al tuo faccino davanti allo specchio di tutte le meraviglie. In paradiso ci andrai dritta, con vele bianche […]

14.11.2015 | 3:13 PM
Rifugio d’uccelli notturni, poesia di Salvatore Quasimodo

In alto c’è un pino distorto; sta intento ed ascolta l’abisso col fusto piegato a balestra. Rifugio d’uccelli notturni, nell’ora più alta risuona d’un battere d’ali veloce. Ha pure un suo nido il mio cuore Sospeso nel buio, una voce; sta pure in ascolto, la notte. Salvatore Quasimodo Foto © Paolo Taranto (www.fotografia naturalistica.org)

20.01.2015 | 2:44 PM
Alda Merini: “Perché amo gli animali”

Perché amo gli animali? Perché io sono uno di loro. Perché io sono la cifra indecifrabile dell’erba, il panico del cervo che scappa, sono il tuo oceano grande e sono il più piccolo degli insetti. E conosco tutte le tue creature: sono perfette in questo amore che corre sulla terra per arrivare a te. (Alda […]

25.08.2014 | 8:59 AM
“Tratta ogni orso” (Gary Lawless)

Tratta ogni orso come fosse l’ultimo. Così ogni lupo, ogni caribù. Ogni traccia l’ultima traccia. Scomparsa ogni traccia, scomparso ogni odore. Non ci sono più piste di cervo, Né rotte migratorie. Tratta ogni animale come se fosse sacro, ogni minuto come fosse il nostro ultimo. Zoccoli fantasma. Teschi fantasma. Rantoli agonici e ossa asciutte. Ogni […]

21.08.2013 | 7:53 PM
I cavalli selvaggi in una poesia di Byron

Con coda ondeggiante e criniera al vento, Le froge selvagge mai contratte dal dolore, E bocche non insanguinate da morso o redine, E piedi che il ferro mai calzò, E i fianchi intatti da sprone o frusta, Un migliaio di cavalli, selvaggi, liberi, Come onde che si inseguono nel mare, Giunsero fitti tuonando. (Lord Byron)